Allerta COVID alle World Series Of Poker, anche Phil Hellmuth positivo.

Allerta COVID alle World Series Of Poker, anche Phil Hellmuth positivo.

E’ allerta COVID alle World Series Of Poker. Tra i giocatori si registra un forte aumento di positivi.

A differenza delle ultime WSOP giocate al Rio lo scorso autunno, per il ritorno alla edizione primaverile i campionati del mondo di poker non prevedono l’obbligo di mascherine nè di vaccinazione.

Tra i giocatori che hanno contratto il virus ci sono anche diversi big come Phil Hellmuth, Justin Bonomo e Mike Gorodinsky.

 

L’annuncio di Hellmuth

Dopo aver mancato i tornei iniziali delle World Series Of Poker, Phil Hellmuth è andato a caccia del 17° bracciale in due eventi, raggiungendo la zona premi al $ 1,500 Omaha Hi-Lo 8 or Better.

Due giorni fa il Poker Brat ha poi comunicato la sua positività su Twitter:

hellmuth covid

“Sono appena risultato positivo al COVID. Pensavo che forse ero immune (nessuno dei miei figli l’ha preso e nemmeno la mia mamma)…. La buona notizia è che non ho tosse. Non ho mai fame! Ho la testa un po’ annebbiata perché ho dormito ’17 bruttissime ore’. Sentivo che la mia più grande occasione per il braccialetto fosse il 10.000$ Omaha di oggi, sigh!”

Le World Series di Phil Hellmuth sono adesso in pausa. Con diversi cinguettii il 16 volte braccialettato ha chiarito che non vede l’ora di tornare negativo al più presto per potersi schierare.

Giusto tre ore fa Phil ha aggiornato sul suo stato di salute: “Non ho perso l’olfatto nè il gusto. Non tossisco troppo. Dormo 14 ore al giorno. Ansimo un po’ e mi sento stanco. Le prime 36 ore mi ha colato il naso. Ho febbre ma il paracetamolo è efficace. Sto in una bella suite dell’Aria a guardare gli update delle WSOP, film e spettacoli TV.”

 

Bonomo mette in guardia

Tra i primi giocatori a risultare positivi c’è stato Justin Bonomo, che non ha potuto schierarsi ai vari High Roller nè al 25k Championship HU in cui Dario Sammartino ha chiuso in terza posizione.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Via Twitter Bonomo ha dispensato consigli ai giocatori delle WSOP:

“Il COVID sta circolando tra gli amici che giocano le WSOP. State attenti. Ricordate che un test rapido è il miglior modo per sapere se siete contagiosi. Potete farvelo consegnare a domicilio da Doordash. Considerate anche di indossare la mascherina, specialmente se la vostra immunità è vecchia”.

 

Gli altri positivi

La lista dei giocatori che hanno contratto il COVID è lunga. Nei tweet in cui hanno comunicato la loro positività Mike Gorodinsky e David ‘ODB’ Baker, la discussione sembra indicare l’evento Dealers Choice come uno dei possibili focolai.

Positivi sono anche il commentatore Lon McEachern e il collega di PokerNews Jesse Fullen, così come Rene Nezhoda, compratore del format televisivo ‘affari al buio’ trasmesso qui in Italia sul canale Cielo:

“Sono arrivato alle World Series in piena salute e vaccinato e ora ho il covid. State attenti e se siete malati restatevene lontani”.

 

Disposizioni lacunose

L’aumento del numero di positivi registrati alle World Series Of Poker di Las Vegas va di pari passo coi dati del Nevada. Lo Stato americano registra oggi un tasso di positività del 26,3%. Ad aprile il dato era all’11,9%.

Come detto per giocare questa edizione WSOP non è richiesta la vaccinazione nè vige l’obbligo di mascherina. Le World Series Of Poker si rifanno alle disposizioni sanitarie dello stato federale, ma non menzionano cosa devono o possono fare i giocatori una volta che sono risultati positivi.

Author: Ruben Evans