Analisi mano cash game Bellagio 5$-10$

Las Vegas in crisi idrica. Dovremo chiudere i rubinetti? Le fontane del Bellagio…

Avere i due assi, nel Texas Hold’em, è una delle situazioni maggiormente desiderate e più ambite da ogni giocatore. Asso asso, infatti, è la mano più forte che ci sia e che presuppone grande azione nelle streets successive.

E, ovviamente, quella stessa mano ci mette in difficoltà quando trova grande resistenza da parte degli avversari.

Due assi, foldare o no?

Siamo al Bellagio di Las Vegas, siamo nei primi mesi del 2022, e Matt (questo il nome del protagonista odierno) siede ad una partita cash game 5$-10$, con uno stack di circa 4.000$.

In questa mano, Matt spilla A A e apre da UTG+1 a 30$. Un avversario, sul cutoff, con uno stack superiore rispetto a quello di Matt, opta per una 3bet a 100$. Foldano tutti sino a Matt, che sceglie di 4bettare a 310$. L’avversario chiama.

Si va al flop (pot 635$)

10 8 3

Parola a Matt, che esce puntando 210$. Il giocatore avversario ci pensa su, poi sceglie di rilanciare a 630$. Matt ci pensa tantissimo, per poi chiamare.

Turn (pot 1.895$)

J

Matt fa check, l’avversario punta 1.100$.

Matt ci pensa e fa call.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

River (pot 4.095$)

2

Carta bianca, sulla quale Matt fa ancora check.

L’avversario va in all-in, coprendo Matt (che avrebbe ancora uno stack di 1.760$).

Il nostro protagonista si domanda il da farsi: vero che è rimasto un draw di colore incompleto, ma l’azione avversaria è davvero decisa. Quale range di mani si possono attribuirgli? Supponiamo abbia un set, avrebbe sempre rilanciato il flop?
Meglio foldare gli assi o chiamare?  C’era qualcosa di diverso che si poteva fare nel corso della mano?

Voi che fareste?

Quale è stata la scelta di Matt?

Dopo qualche pensiero, Matt chiama e l’avversario mostra 10 10.

Voi avreste chiamato?

Author: Ruben Evans