Doyle Brunson: stop agli autografi! Texas Dolly infuriato dopo averli visti in vendita su eBay

Che possibilità ci sono di vedere Doyle Brunson a queste World Series Of Poker

Un vero e proprio tesoro, per un giocatore di poker, è contraddistinto dai ricordi che – la volta che ha la fortuna di recarsi a Las Vegas – riesce a portarsi a casa, come una foto o un autografo con i più grandi pokeristi di Sin City.

Per quelli che ambiscono ad un autografo dell’immenso Doyle Brunson, però, brutte notizie: “Texas Dolly”, infatti, ha annunciato di non voler fare più autografi, inferocito dopo aver visto alcune sue firma all’asta su eBay.

I just went to e-bay and saw where most of the autographs i’ve signed are on sale..every letter says they are my biggest fan and want to hang the 2 pictures on their wall. I won’t be signing any more!!

— Doyle Brunson (@TexDolly) July 21, 2022

Autografi in vendita

Qualcuno, infatti, ha portato all’attenzione del dieci volte campione WSOP che facendo una ricerca su eBay vi sarebbero almeno 70 articoli in vendita con l’autografo firmato da Brunson: dalle carte da gioco alle foto a vari altri gadget da tavolo verde. I prezzi richiesti vanno da $ 37 a $ 400, a seconda dell’articolo.

Evidentemente, qualche fan ha avvicinato Doyle più volte nel tempo e poi ha pensato di lucrare sulla cosa.  Brunson, fino ad oggi, ha sempre accettato di buon grado di fare autografi e posare per fotogragie, ma la scoperta l’ha fatto davvero arrabbiare, e quei giorni di gentilezza con i tifosi potrebbero essere finiti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Stop agli autografi, un autogol?

Eppure, questa situazione ha paradossalmente generato una situazione sfavorevole: è stato fatto notare come, qualora Doyle smettesse di fare autografi, farebbe un bel favore alle persone che precedentemente hanno messo in vendita la sua firma: infatti, seguendo un semplice concetto di domanda e offerta, una minore disponibilità di autografi andrebbe ad aumentare il valore di quelli già messi in vendita, perchè diverrebbero più rari.

Vedremo come si risolverà la faccenda: infatti, per adesso non è vietato vendere autografi dei propri idoli nei marketplace online, anche se da un punto di vista etico/emozionale non sembra essere un’azione tra le più corrette.

 

Author: Ruben Evans