La ex stella NBA Tony Parker sceglie le WSOP per lanciare la sua azienda di Champagne

La ex stella NBA Tony Parker sceglie le WSOP per lanciare la sua azienda di Champagne

Ci sono sempre piccoli avvenimenti strani in qualsiasi edizione delle World Series of Poker, piccole storie interessanti ambientate all’interno del più ampio circus delle WSOP.

Una di queste ha recentemente coinvolto la ex superstar NBA Tony Parker, che ha scelto l’area cash-game denominata King’s Lounge presso il Casino Paris, negli ultimi giorni delle WSOP, per organizzare uno speciale torneo solo su invito che celebra la sua nuova avventura in una nota azienda francese di champagne, Champagne Jeeper.

Un torneo privato con flut di Champagne

Il futuro Hall of Famer della NBA, infatti, ha riunito a Sin City una manciata di amici e diversi pezzi grossi dell’industria del poker , chiamandoli a presenziare ad un tavolo esclusivo del King’s Lounge, tra bicchieri e bottiglie, per celebrare la sua nuova avventura imprenditoriale.

Il marchio Champagne Jeeper risale al 1949 e lo scorso marzo Parker ha investito in maniera rilevante nell’azienda guidata dall’amico Michel Reybier, noto imprenditore europeo .

Nell’occasione, Parker ha sia pubblicizzato l’azienda agli occhi degli avventori americani, sia colto l’opportunità di partecipare a qualche evento delle WSOP 2022.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Un ospite particolare

Si è quindi giocato un piccolo torneo, dopo che – per l’occasione – lo staff del Paris ha portato nella stanza un ospite speciale: nientemeno che il braccialetto del campione del Main Event delle World Series of Poker 2022 (che sarebbe stato vinto di lì a pochi giorni dal norvegese Jorstad), presentato nella sua custodia in legno e vetro. Parker ha potuto solo ammirarlo senza toccarlo, senza avvicinarcisi maggiormente.

E dire che Parker, poi, ci ha pure provato, partecipando al Main Event, pur senza finire ITM.  L’ex stella NBA, però, ha già dichiarato di voler partecipare anche al Main del 2023, magari per poter toccare fisicamente il braccialetto. E poi (perchè no?) festeggiare a suon di champagne.

 

Photo Courtesy of Pokernews

Author: Ruben Evans