Ranking GPI: Tantillo e Andrian risalgono la corrente, che crollo per Negreanu

Ranking GPI: Tantillo e Andrian risalgono la corrente, che crollo per Negreanu

Qualcosa si muove nelle classifiche GPI in chiave azzurra, per il Poker Live.

Nel POY 2022 degli italiani, Simone Andrian e Fausto Tantillo iniziano a prendere il largo grazie ai loro risultati, con i soliti Andrea Ricci e Claudio Di Giacomo in agguato. Insomma, sorpassi e controsorpassi fra i nostri giocatori.

Tutti però sono lontani sia nella classifica GPI generale e sia per quello che concerne il POY 2022 a livello mondiale. In queste due classifiche, da una parte c’è quel cannibale di Ali Imsirovic a dominare la scena e dall’altra i giocatori americani. Crolla nel frattempo Daniel Negreanu.

Vediamo cosa è cambiato nelle ultime tre settimane nelle varie classifiche, anche alla luce dei tantissimi tornei di poker live che sono stati giocati nell’ultimo periodo.

Ranking GPI: primo posto in salsa bosniaca

Un solo uomo al comando e la sua bandiera è bosniaca. Ali Imsirovic è il numero della classifica GPI. Come funziona quest’ultima? Ecco una breve infarinatura.

La classifica GPI traccia i tornei live di tutto il mondo. Ai fini del punteggio considera i risultati degli ultimi tre anni di gioco, suddivisi in sei blocchi da sei mesi ciascuno. I punti vengono assegnati in base a variabili come buy-in del torneo, numero di iscritti e ‘finishing factor’, un fattore che considera la posizione finale di arrivo del singolo giocatore in rapporto a quelle del field. Nel conteggio dei punti la classifica GPI valuta anche un fattore basato sulla età dei giocatori.

Onde per cui non stupisce certo vedere il balcanico al primo posto con 3.266 punti. Sé per la prima piazza tutto resta invariato, anche alle spalle del bosniaco c’è sempre Shannon Shorr. Il player a stelle e strisce si tiene in scia con 3.127 punti. Al terzo posto, ecco il sorpasso di Chance Kornuth ai danni di Jeremy “TheTaker” Ausmus. 

Chance con 2.982 punti si porta sul gradino più basso del podio e Jeremy resta al palo con 2.916. La top ten, ad esclusione di Imsirovic, è composta solo da americani. Così per trovare altri europei bisogna scendere al 12° e 13° posto, occupati rispettivamente da Sergio “zcedrick” Aido (2.557 punti) e Matas Cimbolas (2.562).

La top 10 GPI

 

POY 2022: Jeremy vs Ali, che duello al comando

Passiamo alla classifica relativa al POY 2022, dunque i risultati di questi primi tre mesi e mezzo. Ali Imsirovic al momento è secondo: una sorpresa se vogliamo, visto che il bosniaco è un rullo compressore. 2.856 punti non bastano per tenere la prima piazza che è ancora nelle mani di Jeremy Ausmus che resta al comando con 2.962 unità.

Rispetto a tre settimane fa però il gap si è ridotto notevolmente: l’americano aveva 2.931 punti contro i 2.221 del bosniaco che he messo assieme qualcosa come 700 punti. Alle loro spalle, spunta la sagoma di Brock Wilson che compie il sorpasso ai danni di Sean Perry e si porta al terzo posto con 2.276 punti.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Momento di “secca” per lo stesso Perry che in un colpo solo scivola dalla terza alla quinta piazza. Infatti, oltre al sorpasso di Wilson c’è anche quello di Shannon “BLUFFforRENT” Shorr: 2.190 punti per quest’ultimo, rispetto ai 2.158 di Sean.  Guadagna una posizione pure William Alex Foxen (2.154 P.), ai danni di Cary Katz che insegue con 2.062.

Il crollo pesante è per Daniel Negreanu. Il canadese in realtà ha fatto poco per evitare di scivolare dalla nona alla 31° piazza, considerando che non ha preso parte all’intensa trasferta cipriota per giocare Triton Series e High Roller Series. Cosa che invece hanno fatto i suoi colleghi. 1.482 punti tre settimane fa e stesso punteggio ad oggi.

La top 10 del Poy 2022

GPI Italia: Ricci sempre al comando

Nella GPI Italia occorre subito fare una doverosa precisazione. Michael Rossitto viene indicato come italiano essendo nato a Siracusa: il player in questione però vive da sempre negli Stati Uniti ed è americano al 100%. Dunque, non lo consideriamo della pattuglia italiana e nonostante il primo posto con cui veleggia in questa speciale classifica.

Il primo dei giocatori del Bel Paese è Andrea Ricci che prova la fuga con 1.876 punti, davanti a Claudio Di Giacomo che si tiene in scia con 1.668 punti. L’unico sostanziale cambiamento, in questa graduatoria, è il doppio sorpasso di Raffaele Sorrentino. Il calabrese guadagna due posizioni e si porta al terzo posto con 1.248 unità. Dal podio ci esce Gianluca Speranza (1.215).

La top 10

 

POY Italy 2022: Andrian e Tantillo sono hot

Passiamo al POY 2022 Italy,  per quello che concerne i soli giocatori italiani. Quindi sono inclusi i risultati ottenuti dall’1 gennaio ad oggi. Anche in questo caso il primo della lista sarebbe Michael Rossitto, ma adottiamo la stessa linea scelta per il GPI Italy.

Il primo della classe diventa quindi Simone Andrian che accumula 883 punti. Alle sue spalle ecco Giacomo Tagliaro che mette assieme 835 punti. Attenzione poi a Fausto Tantillo: l’azzurro è fresco di anello al WSOPC 2022 e si porta in terza piazza con 810 punti. Nomi e volti nuovi per il poker live italiano che torna a ruggire.

La top 10

Author: Ruben Evans