Vince il braccialetto WSOP a Limit senza averci mai giocato prima: la storia di Michael Moncek

Vince il braccialetto WSOP a Limit senza averci mai giocato prima: la storia di Michael Moncek

Una storia incredibile tra i neo-braccialettati WSOP del giorno.

Nella intervista di rito post-celebrazione, il vincitore dell’evento 13, 1.500$ Limit Holdem, ha ammesso candidamente di essere alla prima esperienza di gioco in quella variante.

“Sto alla grande, specialmente perché la vittoria è arrivata in un gioco che non avevo mai giocato prima. Adesso devo imparare il Limit” – ha detto Michael Moncek.

Il giocatore ha spiegato che dalla sua casa dell’Illinois è arrivato a Las Vegas per giocare il maggior numero di eventi possibile. Subito dopo essere stato eliminato dal 25k High Roller – a due posizioni dalla zona premi – il disappunto era tale che lo ha portato a iscriversi al primo torneo disponibile, nel caso specifico il 1.500$ Limit.

“Devi vincere il prossimo torneo che giochi – era il mantra che si ripeteva dopo la brutta eliminazione dal 25k.

 

Vittime eccellenti

Il bello è che nella strada per il braccialetto Moncek non si è trovato a incrociare le carte con avversari a caso. Tra i 16 left della giornata conclusiva del torneo, ad esempio, c’era anche Joe McKeehen.

E proprio con il vincitore del Main Event WSOP 2015 – oltre che di altri due braccialetti – Moncek si è trovato a inscenare una battaglia nella battaglia. All’inizio del tavolo finale McKeehen si è trovato a pagare con scala il full di Moncek trovato al river.

Il tre volte braccialettato è poi stato eliminato dallo stesso Moncek in quinta posizione con scala bassa contro scala alta su flop QT9. A quel punto, quasi per inerzia, Moncek ha anche eliminato Chris Kwon in quarta posizione e il braccialettato Yueqi Zhu sul gradino più basso del podio, rendendo il testa a testa conclusivo contro Ben Ross quasi una formalità.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Chi è Michael Moncek

Prima di questo braccialetto, che gli ha fruttato una prima moneta di 145 mila dollari, Michael Moncek aveva accumulato vincite in tornei live per 235.000$. Tutti gli in the money del giocatore dell’Illinois sono arrivati nel no limit holdem.

A ottobre 2019 Moncek aveva vinto l’anello Wsop Circuit imponendosi a un evento da 600$ di buy-in nella tappa all’Horseshoe Hammond.

Alle World Series di Las Vegas vanta sei in the money: prima di stanotte la sua migliore posizione finale era un sedicesimo posto al 500$ Salute to the Warriors del 2019.

 

I precedenti

Non è la prima volta che alle World Series Of Poker qualcuno arriva a mettere il braccialetto al polso senza sapere le regole del gioco in cui è impegnato.

Restando ai tempi più recenti, nel 2015 fece scalpore la storia di Christian Pham: lo statunitense di origine asiatica voleva giocare un evento NLHE da 1.500$ ma per errore si iscrisse al torneo di NL 2-7 Single Draw dallo stesso buy-in. Dopo aver imparato le regole della variante da un vicino di tavolo, Pham arrivò alla vittoria.

Andando più a ritroso non possiamo fare a meno di menzionare il braccialetto a Stud vinto nel 2005 da Cliff Josephy: come rivelò lo stesso “JohnnyBax” quando raggiunse il tavolo finale del Main Event WSOP nel 2016, fino a un’ora prima dell’inizio di quel torneo Josephy non sapeva le regole della variante.

 

Foto di copertina: Seth Haussler / PokerNews

Author: Ruben Evans