Wesley Fei, il trader che è diventato il nuovo Tony G: guardate come deride l’avversario in bluff

Wesley Fei, il trader che è diventato il nuovo Tony G: guardate come deride l’avversario in bluff

All’anagrafe risponde al nome di Wenzhi Fei e quasi sicuramente questo nome cinese non vi dirà nulla. Per forza, anche perché il personaggio di cui vi parliamo oggi ha iniziato a macinare risultati nel poker live da appena sei mesi!

Ebbene sì. Uno dei giocatori più vincenti e popolari di questa prima metà del 2022 fino allo scorso anno non si era mai avvicinato (almeno seriamente) all’Hold’em o ad altre varianti del poker. Si dedicava piuttosto ad altri hobby in cui girano comunque parecchi soldi.

Wesley Fei si definisce sui social, infatti, uno dei dieci migliori trader del mondo. Si occupa di BitCoin e non solo. Il suo nickaname online per tutti è CryptoApprenti1. Su Instagram è meglio noto anche come Wesley Flan. Insomma, chiamatelo come volete, ma di certo i suoi passatempi sono abbastanza chiari: auto di lusso, viaggi, cibo di alta classe.

Niente che non si sia già visto altrove. Allora come mai ci occupiamo proprio di lui adesso? Beh, perché il ragazzo si è fatto notare in diverse sedi pokeristiche ultimamente, soprattutto in una nota trasmissione pokeristica americana…

 

La mano contro Chris Chen

Una delle mani che più hanno divertito gli spettatori dello stream Hustler Casino Live recentemente è stata quella vinta dal nostro Wesley contro un Chris ‘Luda Chris’ Chen in pieno bluff. Ecco come è andata…

I due regular dello show californiano stavano giocando a bui 25/50/100 dollari in un cash game di livello, ma comunque molto amichevole e scherzoso. In una battaglia di raise preflop Luda Chris si è ritrovato a five-bettare fino a 5.000 dollari con un misero 7♠️2♥️ dal piccolo buio. Wes Side (ci stava un altro soprannome, no?) ha chiamato con K♣️4♣️ da big blind.

Al flop sono scese 5♠️K♥️3♠️. Lo small punta 7.000 e il grande chiama. Turn: J♦️. Chen è drawing dead ma spara 20.000 pezzi. Fei non molla con la sua top pair e chiama. Al river scende il J♠️ e nessuno punta più!

Allo showdown Fei scoppia a ridere in faccia all’avversario e lo prende in giro urlando “Punishment! Punishment! Punishment!” Gli dà dello stupido e poi il gioco prosegue senza problemi. Gustatevi il video che inizia con tanta serietà ma finisce a sfottò:

 

Wesley plays poker every day like it’s Max Pain Monday @HCLPokerShow @CryptoApprenti1 @MaxPainMonday pic.twitter.com/rhrj0rFjun

— Patrick Curran (@PatrickWhatUp_) July 21, 2022

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Luda Chris non si scompone e cede il piatto da 64.150 dollari. A quanto pare ha fatto bene a mollare il colpo perché Fei avrebbe snappato per gli ultimi $26.000. Fei spiega a PokerNews che non ha nulla di personale contro l’oppo: “È un tipo divertente. Non lo conosco fuori dal poker. Ci divertiamo così“.

Lo scatenato Wesley Fei dopo cinque ore di sessione ha chiuso da top winner con $54.000 vinti. Luca Chris è stato il più perdente con $91.000 di negativo. Somme importanti, però nulla che possa far tremare i polsi a un top trader.

 

Il precendente e l’incredibile ascesa di Fei

Pensate che Fei ha iniziato a giocare a poker (ad alti livelli) da soli sette mesi. A quanto pare si è innamorato del gioco ed è migliorato velocemente. In solo mezzo anno è riuscito a diventare molto popolare e apprezzato, non solo in America. Qualche mese fa si era reso protagonista di un set-over-set vincente contro il forte Garrett Adelstein, sempre nello show dell’Hustler Casino. In quel caso il pot ammontava a 190.000 dollari!

Alle WSOP 2022 il buon Wesley ha chiuso in posizione 704 nel Main Event prendendosi un ITM da 21mila dollaroni. Niente di clamoroso, voi penserete? Beh, considerate che era il suo primissimo evento live! Ha giocato poi anche un High roller da 50.000 dollaroni contro i migliori del circuito: Negreanu, Dwan e altri. Lì le cose non sono andate bene, ma la sua popolarità è ulteriormente aumentata.

Alcuni lo paragonano a Tony G per il suo modo di comportarsi al tavolo. Sembra di rivivere gli anni d’oro del poker live. Personaggi così o li si ama o li si odia. Di certo sono un plus per lo spettacolo televisivo.

 

Author: Ruben Evans