WSOP 2022: Biagio Morciano insegue il bracciale al tavolo finale del Senior

WSOP 2022: Biagio Morciano insegue il bracciale al tavolo finale del Senior

Biagio Morciano a caccia del trionfo nel $1.000 Senior Championship.

Il player azzurro è fra i 5 giocatori che questa notte si giocheranno il bracciale, nell’evento#47 riservato agli over 50, con 694.909 dollari ad attendere il neo campione. Comanda la truppa Ben Sarnoff e in corsa c’è anche la scatenata Kathy Liebert.

Assegnato il bracciale nel $2,000 No-Limit Hold’em, grazie al successo di Simeon Spasov su Mike Watson: il bulgaro mette alle spalle 1.976 rivali e si assicura 527,944 bigliettoni.

Trionfo anche per Joao Simao che per la seconda volta in carriera lascia la sua firma nell’albo d’oro delle World Series.

Vediamo cosa è successo nella notte a Las Vegas.

Biagio accendi il sogno

Da 18 a 5 left. Il day 4 del $1.000 Senior Championship ha dato la penultima scrematura al field, alle WSOP 2022: questa notte il tavolo finale eleggerà il suo campione, a fronte di 7.188 paganti. Fra coloro che ambiscono a mettere al polso il bracciale, ecco il nostro Biagio Morciano. Il player azzurro è stato uno dei protagonisti nella quarta giornata e con pieno merito va a prendersi un posto al final table.

Dopo un’ottima partenza, il giocatore italiano ha controllato la situazione nel finale e proprio nell’ultima mano della giornata ha trovato il raddoppio che certifica il pass per l’ultimo atto: 9-9 vs K-J di Ben Sarnoff e il board 3-9-10-A-5 spedisce Biagio a quota 19.000.000 chips. Si tratta del quarto stack su 5 finalisti, ma ampiamente in gara.

Il comando delle operazioni è sempre nelle mani di Sarnoff che praticamente da 4 giorni non esce dalla top 5 del count: 55 milioni e un vantaggio importante, considerando che il rivale più vicino è Eric Smidinger con 32.8 milioni. Attenzione poi alla solita Kathy Liebert che mette assieme 29.1 milioni. Chiude il count Charles Mitchell che galleggia sul fondo con 7.9 milioni.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il count ufficiale

1 Ben Sarnoff 55,000,000
2 Eric Smidinger 32,800,000
3 Kathy Liebert 29,100,000
4 Biagio Morciano 19,000,000
5 Charles Mitchell 7,900,000

Spasov beffa Mike Watson

Il $2,000 No-Limit Hold’em parla bulgaro alle WSOP 2022. Simeon Spasov conquista la vittoria nell’evento#49, dopo aver steso la resistenza di 1.976 avversari. L’ultimo a cadere sotto i suoi colpi è stato il noto Mike Watson. Il canadese prova fino all’ultimo a ribaltare la situazione, ma poi si arrende al verdetto del tavolo, quando con A-9 sbatte su A-Q del rivale.

Per Watson un assegno da 326 mila dollari che addolciscono la sconfitta. Spasov invece, oltre al primo bracciale in carriera, si assicura anche una prima moneta da 527 mila bigliettoni. Nella discesa al titolo, sono usciti di scena Christopher Frank (6°), Walter Ripper (5°) e Ioannis Angelous Konstas quarto classificato.

Il payout

1 Simeon Spasov Bulgaria $527,944
2 Mike Watson Canada $326,296
3 Daniel Custodio Portugal $239,679
4 Ioannis Angelous Konstas Greece $177,761
5 Walter Ripper Brazil $133,129
6 Christopher Frank Germany $100,688
7 Evan Sandberg United States $76,912

Joao Simao Re del Mixed

A ritmo di Samba nell’evento#53. Joao Simao ha appena vinto il $5,000 Mixed No-Limit Hold’em/Pot Limit Omaha alle WSOP 2022. 787 avversari superati, di cui 71 nel final day, con il secondo bracciale in carriera e tutto condito da una prima moneta da 686 mila dollari. Il verdeoro è stato un rullo compressore nella discesa al titolo e in heads up si sbarazza di Marius Gierse. In terza piazza ecco Ryan Riess: il campione del Mondo 2013 si consola con 302 mila dollari.

Il payout

1 Joao Simao $ 686.242
2 Marius Gierse $ 424.122
3 Ryan Ries $ 302.980
4 Dante Goya $ 219.472
5 Aden Salazar $ 161.239
6 Joshua McSwiney $ 120.165
7 Fred Goldberg $ 90.864
8 Cody Ricco $ 69.727
9 Joni Jouhkimainen $ 54.313

Author: Ruben Evans