WSOP 2022: crolla la scala di Dario Sammartino nel Super High Roller, Di Donato va nel Senior

WSOP 2022: crolla la scala di Dario Sammartino nel Super High Roller, Di Donato va nel Senior

Notte amara per Dario Sammartino.

Alle WSOP 2022, l’azzurro, esce quasi subito di scena nel day 2 del $250.000 Super High Roller No Limit Hold’em. Da terzo in chips alla ripresa dei giochi, fino alla mano che lo condanna senza appello all’uscita di scena. Non senza rimpianti.

Per un azzurro che molla la presa, ecco un italiano che avanza. Giovanni di Donato stacca il pass per la terza giornata nel $1,000 Seniors Championship e con la certezza di essere a premio.

Intanto, altro bracciale per la Francia che shippa il $5,000 6-Handed No-Limit Hold’em, con l’impresa di Jonathan Pastore. Il transalpino non fa sconti nel tavolo finale a 5 giocatori e si prende la fetta più grande del malloppo.

 

Dario che rabbia!

Il $250.000 Super High Roller No Limit Hold’em è senza dubbio l’evento più atteso in questo 25° giorno di WSOP 2022. Dario Sammartino accende le speranze italiane, grazie anche alla terza casella nel count a fine day 1. Il day 2 invece sarà molto amaro per il partenopeo che paga dazio contro Jason Koon in una mano a dir poco scoppiettante.

Succede tutto nel livello 25.000-50.000 big blind ante 50.000. Chris Hunichen rilancia da cutoff a 100.000 e trova il call di Jason dal bottone e quello di Dario dal grande buio. Il flop K 9 8 e dopo il doppio check dei rivali, Koon esce a 175.000. Chiamano entrambi gli avversari.

Al turn si manifesta 7 e qui Dario decide di uscire a 375.000. Passa Chris e gioca Jason Koon. Il board si completa al river con K e l’azzurro opta per un Check. Koon chiede lo stack complessivo del partenopeo e poi mette ai resti Sammartino. Il player italiano chiama seppur riluttante e si va all’amaro showdown.

Dario Sammartino: J 10

Jason Koon: 9 9

La scala di “MadGenius87” non basta davanti al full chiuso al river dal player a stelle e strisce: Koon decolla nel count e Dario Sammartino saluta il torneo, tra mille rimpianti.

La seconda giornata dell’evento#50 si è aperta con le ultime registrazioni: altri 3 buyin vengono versati e sono in tutto 56 i paganti del torneo. Nel montepremi netto ci vanno la bellezza di 13.944.000 dollari e tale somma è spartita in 9 posizioni a premi: cash minimo di 414.815 dollari e prima supersonica moneta da 4.563.700 bigliettoni. Cifre pesantissime e che spostano tanto, tra una posizione e l’altra.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Mentre vi scriviamo il torneo ha raggiunto in pausa i 10 left: alla ripresa si giocherà la fase bolla. Per ulteriori aggiornamenti vi rimandiamo al report di fine mattinata: comanda Dan Zack con 17 milioni e Phil Ivey si tiene in agguato a quota 8.3 milioni.

Giovanni di Donato hot nel Senior

Prova a colorarsi di azzurro il $1,000 Seniors Championship, alle WSOP 2022. L’evento#47 è riservato a coloro che hanno compiuto almeno 50 anni di età e in 7.188 hanno risposto presente nel day 1: montepremi netto di 6,397,320 bigliettoni, con 1.079 posizioni a premio. Il cash minimo corrisponde a 1.600$ e al neo campione andranno 694.909 dollari.

In 1.439 coloro che si affacciano alla seconda giornata e fra questi c’è Giovanni di Donato che supera lo scoppio della bolla. L’azzurro non solo si garantisce la ricompensa in denaro, ma stacca il pass per la terza giornata assieme ad altri 197 giocatori. Per lui uno stack formato da 645.000 chips che lo collocano a metà del field. In vetta al count domina la scena Ben Sarnoff con 3.1 milioni.

La top 10

1 Ben Sarnoff SAN FRANCISCO, CA, US 3,155,000
2 Valerii Lubenets KIEV, , UA 2,810,000
3 Jan Pettersson Silkstone, , GB 2,600,000
4 Mike Landers LAS VEGAS, NV, US 1,995,000
5 Patricia Devine GALLOWAY, NJ, US 1,935,000
6 James Clarke Nottingham, , GB 1,920,000
7 Keith Littlewood Shettierd, , GB 1,802,500
8 Jeffrey Sims KENT, WA, US 1,725,000
9 Andres Korn US 1,710,000
10 Michael Campitelli Ajax, ON, CA 1,650,000

Pastore “pascola” il tavolo finale

Alle WSOP 2022, il $5,000 6-Handed No-Limit Hold’em ha incoronato campione Jonathan Pastore. Il player francese, nel tavolo finale a 5 giocatori, non ha lasciato scampo ai rivali. Per lui primo bracciale in carriera e soprattutto un assegno da 771,765 dollari come ricompensa per la prestazione perfetta.

Il neo campione parte subito forte e con 8-8 fa fuori 5-5 di Paraskevas Tsokaridis: set al flop ed ellenico alle casse. Elio Fox è il nome più pesante nella discesa al titolo, ma la sua corsa si esaurisce ai piedi del podio, quando con K-3 si trova dominato da K-5 di Stephen Song: quest’ultimo tripsa al flop e chiude full al turn.

Terza piazza per Tamer Alkamli: il canadese parte avanti con A-5 a Q-7 di Pastore, con il francese che al turn pesca un sette e opera il sorpasso. Jonathan si presenta al duello finale con 26 milioni di pezzi, rispetto ai 20 milioni di Song. Bastano una manciata di mani per arrivare all’epilogo: il board Q-K-10-6-4 induce al bluff il runner up con 5-2 e dall’altra parte Pastore chiama con Q-J e diventa campione dell’evento#47.

Il payout del tavolo finale

1 Jonathan Pastore France $771,765
2 Stephen Song United States $476,990
3 Tamer Alkamli Canada $331,503
4 Elio Fox United States $234,036
5 Paraskevas Tsokaridis Greece $167,882
6 Patrick Sekinger United Kingdom $122,395

8-Game

Sedici giocatori, su 695 paganti, hanno ripreso posto alle WSOP 2022 per il terzo ed ultimo giorno di gara, nel $1,500 Eight Game Mix 6-Handed. La discesa al bracciale non ammette appelli e fra coloro che alzano bandiera bianca ci sono Richard Bai (12°), Adam Friedman (10°), Dustin Dirksen (8°), Jason Stockfish (5°) e Joon Park (3°).

Il duello finale oppone Nick Yunis a Menikos Panagiotou: quest’ultimo spera di essere il primo cipriota a mettere al polso il bracciale. Da oltre un’ora i due giocatori si stanno affrontando per il titolo di campione. Vi rimandiamo a più tardi su questo articolo, per i risultati finali.

Author: Ruben Evans