WSOP 2022: Dario Sammartino agguanta il tavolo finale del 100K Bounty

WSOP 2022: Dario Sammartino agguanta il tavolo finale del 100K Bounty

Il primo assalto azzurro al bracciale, nelle WSOP 2022.

Dario Sammartino mette in tasca il pass per il tavolo finale nell’evento#2 delle World Series Of Poker. Il partenopeo si conferma un top player di livello planetario anche nel difficilissimo $100.000 High Roller Bounty.

Poco importa se ci arriva con il penultimo stack in gioco e servirà la rimonta al tavolo finale: “MadGenius87” ha tutte le skills per tornare in gara e puntare al bersaglio grosso, con 1.166.810 dollari ad attendere il neo campione.

Vediamo come è andata nel day 2 dell’High Roller alle WSOP 2022.

High Roller: tutti i numeri del Bounty

43 ingressi e 15 left nel day 1, mentre nel day 2 con la late aperta fino alla ripresa dei giochi, altri 3 players si lanciano nella mischia del $100.000 High Roller Bounty. Nel montepremi classico ci vanno 3.300.500 dollari e nel payout delle taglie ecco 1.150.000$. La zona premi è riservata a 7 piazze, con il cash minimo di 133.127 dollari e 1.166.810 bigliettoni ad attendere il neo campione.

Dei tre ingressi prima dello start della seconda giornata, due sono re-entry e uno solo è un nuovo player, con 16 giocatori che si siedono ai tavoli nella discesa verso il final day. Basteranno una manciata di ore per completare il percorso e con Dario Sammartino capace di mettere fieno in cascina.

Dario Sammartino: la svolta del day 2

Nell’evento#2 delle WSOP 2022, Dario Sammartino si trova nei quartieri nobili del count e con lui una valanga di big pronti a lasciare il segno, mentre Justin Young detta il passo al comando del count. Il partenopeo attende il momento ideale e poi colpisce con precisione chirurgica.

Sotto i colpi di “MadGenius87” cade niente meno che Erik Seidel. L’americano finisce in allin con A-Q e scopre di essere dominato da A-K dell’azzurro. La mano di Dario Sammartino tiene e arriva anche la taglia da 25.000 bigliettoni per il campano. Intanto esce di scena a sorpresa Justin Young, il quale dopo una serie di sportellate crolla per mano di David Peters.

Si forma quindi l’unofficial final table a 9 giocatori e non fa molta strada Daniel Negreanu che continua la maledizione del settimo bracciale alle WSOP: con A-K “Kid Poker” parte nettamente avanti ad A-Q di Chance Kornuth, ma l’americano ribalta la situazione e il sei volte campione saluta a pochi passi dai premi.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

I panni del bubble man vanno a Nick Petrangelo che vede K-K deploso da 8-8 di Phil Ivey: quest’ultimo hitta la scala runner -runner sul board 7-Q-9-10-6 e oltre a spedire a premio il resto della truppa, timbra per se stesso il primo ITM delle WSOP 2022. E’ il canto del cigno per Ivey, visto che poco dopo l’americano con 7-7 perde il tiro di moneta vs A-J di David Peters che fa trips di jack.

Matthew Steinberg, unico players ad entrare ufficialmente dal day 2 con uno stack di appena 15 big blind, riesce ad andare a premio e la sua corsa si interrompe al sesto posto. Q-9 non può nulla e si arrende a 7-7 di Chance Kornuth che floppa il set. Con questa eliminazione, cala il sipario sul day 2.

Final table: serve la rimonta per Dario

Cinque giocatori imbustano sulla strada che port all’official final table dell’evento#2 alle WSOP 2022. Il $100.000 High Roller Bounty trova in Chance Kornuth, il suo assoluto leader. L’americano è in fuga con 14.2 milioni di pezzi che tradotti in big blinds fanno 143. Un vantaggio abissale, soprattutto alla luce dello stack del rivale più vicino.

Stiamo parlando di David Peters che imbusta 8.920.000 chips. Di fatto gli altri 3 players si spartiscono le briciole in termini di fiches. Basti pensare che Ali Imsirovic scatta dalla terza casella con 1.815.000 unità. Dietro di lui, ecco Dario Sammartino. L’azzurro ha avuto un calo nel finale e non è riuscito a dare continuità alla sua scalata nel count.

Riparte da quota 1.740.000 gettoni, ovvero 17 big blinds. Dario però ha tutte le qualità per risalire la china e basta un double up per tornare a sognare. Chiude il count Koray Aldemir con 860.000 pezzi. Tutti i finalisti hanno almeno 249.693 dollari in tasca, oltre alle taglie vinte, ma l’obiettivo resta quello di mettere le mani sull’ambito bracciale, assieme alla prima moneta milionaria.

Il count ufficiale

1 Chance Kornuth 14,265,000
2 David Peters 8,920,000
3 Ali Imsirovic 1,815,000
4 Dario Sammartino 1,740,000
5 Koray Aldemir 860,000

 

Photo Home by Pokernews.com

Author: Ruben Evans