WSOP 2022: Davide Suriano chiude nono nel 3K, Ball insegue il terzo bracciale nel PLO

WSOP 2022: Davide Suriano chiude nono nel 3K, Ball insegue il terzo bracciale nel PLO

Non arriva la tanto sospirata rimonta al tavolo finale di Davide Suriano.

Nell’atto conclusivo del $3,000 No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022, il player di Andria è subito eliminato al nono posto e dice addio alla possibilità di competere per il secondo bracciale in carriera. Bracciale che finisce al polso di uno straripante Stefan Lehner.

Nell’evento#19, il $25,000 Pot-Limit Omaha High Roller, sono rimasti in cinque a giocarsi il bracciale, con Scott Ball ultimo nel count. L’americano sogna il terzo acuto in carriera a Las Vegas.

Infine, successo russo con Denis Nestresenko che al secondo torneo giocato in carriera nella kermesse fa strike nel $1,500 Limit 2-7 Lowball Triple Draw: battuta in heads up la quota rosa Von Altizer.

Vediamo cosa è successo alle WSOP 2022.

Suriano senza rimonta

Nove giocatori sono tornati per contendersi il bracciale e la prima moneta da 558,616 dollari nel $3,000 No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022. Grandi speranze azzurre su Davide Suriano, il quale ha bisogno di almeno un raddoppio per tornare in gara. Ma come vedremo non ci saranno gioie per il player di Andria nell’evento#16.

Il Campione del Mondo 2014 di Heads up ci prova alla prima mano utile. Davide Suriano pusha con A-9 e trova il disco rosso dalle parti di David Miscikowski che mostra A-A. Board senza aiuti per l’azzurro e la nona piazza è sua, assieme ad una ricompensa da 44.785 dollari. Nella discesa al titolo, non c’è posto nemmeno per Joey Weissman, il cui K-J è reso vano da A-K di Nathan Russler.

In quinta posizione scorrono i titoli di coda per Alex Foxen che muove allin con K-8 e non supera A-6 di Miscikowski. Quest’ultimo non farà molta strada, visto che il suo torneo si esaurisce ai piedi del podio: A-Q non basta vs K-K di Toby Boas. Dopo l’eliminazione di Nathan Russler al terzo posto, il duello finale concerne la sfida tra Boas e Stefan Lehner.

L’Austriaco in maniera sorniona ricuce il gap con il rivale e una volta piazzato il sorpasso, si lancia all’assalto del trionfo. Nella mano che fa calare il sipario, l’americano si affida a A-7 e si vede dominato da A-10 di Stefan che diventa per la prima volta campione alle World Series Of Poker: bracciale e pesante assegno da oltre mezzo milione di dollari.

Il payout del tavolo finale

1 Stefan Lehner Austria $558,616
2 Toby Boas United States $345,244
3 Nathan Russler United States $248,298
4 David Miscikowski United States $180,795
5 Alex Foxen United States $133,300
6 Kevin Stevens United States $99,535
7 Joey Weissman United States $75,282
8 Nicholas Dolen United States $57,683
9 Davide Suriano Italy $44,785

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Scott Ball insegue il triplete

Appena cinque giocatori superano la terza giornata nel $25,000 Pot-Limit Omaha High Roller, alle WSOP 2022 e aumenta l’attesa per conoscere il nome del neo campione. Ricordiamo che 264 players ci hanno provato e al campione, oltre all’ambito bracciale, è destinata una prima moneta da 1.467.739 dollari. I 5 in lizza hanno in tasca almeno 342.590 bigliettoni.

In 28 si sono affacciati al day 3, con Scott Ball al comando e un field di tutto rispetto in corsa per l’official final table. Discesa senza appello e si avviano alle casse i vari Keith Lehr (25°), Noah Schwartz (22°), Daniel Negreanu (16°), Ben Lamb (15°), Chance Kornuth (13°), Jared Bleznick (11°) e David Williams (9°). L’ultimo a mollare la presa è Jonathan Depa, la cui eliminazione al sesto posto fa calare il sipario.

Scott Ball, da leader ad inizio giornata, si trova ad imbustare da ultimo della classe. Per lui 5.300.000 fiches e l’obbligo di cambiare passo al tavolo finale sulla strada che conduce al terzo bracciale, dopo i due vinti dall’americano nella scorsa edizione delle World Series of Poker. Comanda il count Fabian Brandes.

Il player austriaco prova la fuga con 13.175.000 milioni e mette una netta distanza con il resto della truppa. Basti pensare che il rivale più vicino è Josh Arieh, con 8.9 milioni. Completano il lotto dei finalisti Tong Li e Sam Stein: il cinese mette dentro la busta 6.350.000 unità e l’americano riparte da quota 5.875.000 unità.

Il count ufficiale

1 Fabian Brandes 13,175,000
2 Josh Arieh 8,900,000
3 Tong Li 6,350,000
4 Sam Stein 5,875,000
5 Scott Ball 5,300,000

Vento dell’Est sulle varianti

Brilla la stella di Denis Nestresenko alle WSOP 2022. Il player russo trionfa nel $1,500 Limit 2-7 Lowball Triple Draw, in un final table che lo ha visto protagonista dall’inizio alla fine. Secondo evento giocato in carriera dal neo campione e dopo un primo cash da 35 mila dollari, ecco l’acuto che culmina con il bracciale.

Denis Nestresenko porta a casa una prima moneta da 108,250 dollari e nega il successo a Von Altizer. La quota rosa americana si ferma ad un passo dal trionfo e per lei ci sono 66.910 dollari a rendere meno amara la sconfitta. Benny Glaser, il nome più pesante nel lotto finale, conclude la sua corsa al sesto posto per 14,947 bigliettoni.

Il payout

1 Denis Nestresenko Russia $108,250
2 Von Altizer United States $66,910
3 Evan Sayer United States $44,347
4 Hieu Luu United States $30,107
5 Yufei Zhong China $20,948
6 Benny Glaser United Kingdom $14,947
7 Peter Lynn United States $10,945

Photo in Home by Pokernews.com

Author: Ruben Evans