WSOP 2022 Heads UP Championship: Dario Sammartino vola in semifinale, Scott Seiver trionfa nel freezeout

WSOP 2022 Heads UP Championship: Dario Sammartino vola in semifinale, Scott Seiver trionfa nel freezeout

Dario Sammartino non poteva avere miglior inizio in queste WSOP 2022 e dopo la terza piazza nell’evento#2, adesso prova l’assalto al bracciale nell’evento#6. Il campano è fra i quattro giocatori che avanzano al final day del $25,000 Heads-Up No-Limit Hold’em Championship.

Un rush meraviglioso quello del vice-campione del mondo 2019 e che speriamo possa tramutarsi nel tanto atteso braccialetto.

Intanto Scott Seiver fa poker di trionfi alle World Series Of Poker e conquista la vittoria nel $2,500 Freezeout No-Limit Hold’em per 320 mila dollari. Entra nel ristretto club di coloro che hanno vinto almeno quattro volte il titolo di campione in quel di Las Vegas.

Vediamo cosa è successo alle WSOP 2022.

$25.000 HU Championship: secondo Itm e semifinali raggiunte per Dario

16 giocatori hanno ripreso posto, alle WSOP 2022, per il day 2 del $25,000 Heads-Up No-Limit Hold’em Championship. Gli ottavi di finale rappresentano l’ultimo step prima della zona premi e Dario Sammartino si gioca il tutto per tutto contro William Stanford: l’azzurro supera il turno e oltre a garantirsi almeno 75 mila dollari di premio, si avvia ad affrontare Chance Kornuth nei quarti di finale.

Probabilmente l’avversario più ostico nel cammino e anche fra coloro che sono rimasti in lizza. Il partenopeo però non si scompone e con freddezza glaciale va a prendersi il quarto scalpo di questo evento. Altra vittoria e passaggio al final day per le semifinali. Questa notte “MadgGenius” proverà a mettersi al polso il primo bracciale in carriera.

Restano da vincere due match: la semifinale contro Dan Smith e poi  vs colui che si aggiudicherà l’altra semifinale, quella che oppone Kevin Rabichow a Christoph Vogelsang. Smith nel suo percorso ha eliminato Jake Daniels, Laszlo Bujtas, Alex Foxen e Jonathan Jaffe. Rabichow è stato un po’ la sorpresa di questo Championship.

Successi in fila vs Daniel Negreanu, Masato Yokosawa, Phil Ivey e Dylan DeStefano: insomma due pezzi da novanta si arrendono al suo strapotere. Infine, Christoph Vogelsang ha raggiunto la semifinale eliminando Benjamin Reason, Joao Vieira, Koray Aldemir e Sean Winter.

Tutti i semifinalisti hanno in tasca almeno 193.537 dollari, mentre al secondo classificato andranno 315.029 bigliettoni. Il campione, oltre al bracciale, incasserà la bellezza di 509.717$. Vai Dario accendi questo sogno!

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

$2,500 Freezeout No-Limit Hold’em: Scott Seiver trionfa

Nella storia delle World Series Of Poker. Scott Seiver si conferma un super campione e cala il poker di bracciali a Las Vegas. Il player americano ha appena vinto il $2,500 Freezeout No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022. Nel final day 10 giocatori sono tornati per contendersi la vittoria, con il giocatore a stelle e strisce in fuga al comando del count.

E praticamente non c’è stata storia nella discesa finale, con Chris Hunichen che si arrende in ottava piazza con A-J vs Q-Q di David Goodman. Seiver si prende lo scalpo di Lewis Spencer, quando lo elimina con A-3 vs K-2, mentre al sesto posto esce di scena Nick Schulman che parte nettamente avanti con A-K vs A-Q di Sergio Aido e si vede superare da una dama al turn.

Lo stesso iberico però non farà molta strada: dopo aver preso una dura sportellata dal futuro campione, lo spagnolo perde il tiro di moneta con 7-7 vs A-Q di Steve Zolotow. Asso al flop e restano in quattro sulla strada che porta alla vittoria. Seiver qui vive l’unico momento difficile del final day, ma con grande esperienza si riprende e soprattutto torna a dettare legge in testa al count.

Fuori dal podio ci resta Zolotow, con la terza piazza che finisce nelle mani di David Goodman: A-10 non basta vs Q-Q di Scott Seiver e si passa quindi al duello finale. Quest’ultimo si presenta in heads up con oltre 16 milioni di pezzi e dall’altra parte Alexander Farahi è chiamato alla rimonta con 9 milioni.

Una rimonta che non ci sarà mai, considerando che poco dopo cala il sipario sull’evento#3. Ancora Q-Q per Scott e niente da fare per il rivale con A-8. Il board premia Scott Seiver che si laurea campione per la quarta volta alle World Series ed incassa 320 mila dollari. Il primo bracciale risale al 2008, quando si impose su 731 avversari nel $5,000 No-Limit Hold’em.

Dieci anni di attesa e poi nel 2018 il successo nel $10,000 Limit Hold’em Championship battendo un field di 114 giocatori. Il terzo bracciale si materializza l’anno seguente nel $10,000 Razz: 116 avversari domati e altro acuto. Fino a quello fresco conquistato poche ore fa. Il poker di vittorie è realtà per Scott Seiver.

Il payout del tavolo finale

1 Scott Seiver United States $320,059
2 Alexander Farahi United States $197,806
3 David Goodman United States $139,193
4 Steve Zolotow United States $99,483
5 Sergio Aido Spain $72,233
6 Nick Schulman United States $53,296
7 Lewis Spencer United Kingdom $39,970
8 Chris Hunichen Unitied States $30,478
9 Aditya Agarwal India $23,634
10 Shawn Hood United States $18,645

Photo Home by Pokernews.com

Author: Ruben Evans