WSOP 2022: Musta è un rullo compressore nel Monster Stack, Suriano è final table

WSOP 2022: Musta è un rullo compressore nel Monster Stack, Suriano è final table

Musta fa la voce grossa alle WSOP 2022.

Mustapha Kanit vola senza sosta nel day 1A del $1,500 Monster Stack No-Limit Hold’em: 550.500 fiches che lo collocano nei quartieri nobili del count. Un missile l’azzurro, grazie anche ad un pesante piatto vinto nella parte finale della giornata.

Intanto Davide Suriano centra il tavolo finale nel $3,000 No-Limit Hold’em e accende le speranze italiane verso il bracciale. Riparte dalla penultima casella a nove left, con Gianluca Speranza eliminato al 28° posto.

Infine, primo bracciale in carriera per Dominick Sarle che si fa largo nell’evento#17.

Vediamo cosa è successo alle WSOP 2022.

Monster: Musta è un flagello per i rivali

Vola Musta vola. Nel $1,500 Monster Stack No-Limit Hold’em, Mustapha Kanit è un’ira di Dio. L’azzurro domina la scena nel day 1A e si porta a quota 550.500 chips. Un castello impressionante di gettoni, per la punta di diamante del poker italiano che ha letteralmente asfaltato gli avversari in questa prima giornata.

Gran parte del suo stack arriva in una mano che è destinata a cambiare le sorti del torneo. Dopo un’apertura da UTG e due call, tra Middle position e Cutoff, anche Kanit si adegua da grande buio. Il flop 9 6 4 induce al check Musta e l’origanal raiser betta 12.000. Passano gli altri due players e l’azzurro rilancia a 38.000. Call di oppo e si va al turn che porta in dote 8 .

Il player del Bel Paese betta a 38.000 e call del rivale. Il board si completa al river con 5 e Kanit opta per l’allin a 90.000 gettoni. L’Original Raiser ci pensa e poi chiama per lo showdown:

Oppo: 10 8
Kanit: Q 2

Flush over flush e il monster pot da oltre 300 mila pezzi finisce nelle mani di Mustapha che decolla nel count. Uno spot che davvero potrebbe cambiare il copione dell’evento#21.

Il day 1A del Monster Stack è stato preso d’assalto dai giocatori e in 2.947 hanno risposto presente: sono già 4 i milioni di dollari nel montepremi e in attesa del day 1B che questa sera promette un field ancor più grande. Dopo 11 livelli da 60 minuti l’uno, sono ufficiosamente 945 coloro che intascano il pass per la seconda giornata. Restiamo in attesa del count ufficiale.

*pezzo in aggiornamento

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Davide Suriano centra il final table

Notte di speranze e di sogni per Davide Suriano alle WSOP 2022. Il player italiano è fra i 9 giocatori che questa sera torneranno a giocarsi il titolo e il bracciale, nel $3,000 No-Limit Hold’em. Il pugliese imbusta 2,725,000 che lo collocano in ottava piazza su 9 finalisti: questo significa che serve la grande rimonta nella discesa verso i 558.616 dollari riservati al campione.

Per un azzurro che sorride, c’è un altro italiano che invece ha dovuto alzare bandiera bianca. Gianluca Speranza è fuori dai giochi al 28° posto per 15.489 dollari. Decisiva per l’eliminazione dell’abruzzese, una mano giocata a 30 left e che ha visto “Tankanza” coinvolto in un allin a tre giocatori. A-K per l’aquilano, vs A-Q e vs K-K. La coppia tiene e Gianluca crolla nel count e poco dopo lo ritroviamo alle casse.

Per Davide Suriano invece è stato un mix di emozioni. Scende in maniera netta nel count e poi trova due colpi per risalire la china. Nella prima mano, il campione del mondo di heads up 2014, muove allin con A-K e si trova in coinflip vs Q-Q di Mario Navarro. Il flop è già una sentenza con A-K-K, con l’azzurro che rialza la testa.

Il secondo raddoppio arriva nella parte finale del day 2, nell’evento#21, quando Suriano si trova in allin con 3-3 vs A-Q di Lander Lijo. Un 3 face-card fa esultare il player di Andria che grazie anche a questa mano tiene vivo il sogno. Nel finale un lieve calo per David Suriano che imbusta. Domani è un altro giorno, come si dice in questi casi.

Comanda il final table David Miscikowski con 9.8 milioni, mentre il primo degli inseguitori è Stefan Lehner a quota 7.1 milioni. Attenzione poi a Joey Weissman e Alex Foxen: il primo mette dentro la busta 4.9 milioni e il noto pro americano si assicura il passaggio all’atto conclusivo con 4 milioni. I 9 finalisti hanno in tasca almeno 44.785 dollari.

Il count ufficiale

1 David Miscikowski 9,800,000
2 Stefan Lehner 7,195,000
3 Nathan Russler 7,000,000
4 Nicholas Dolen 6,125,000
5 Kevin Stevens 5,690,000
6 Joey Weissman 4,980,000
7 Alex Foxen 4,020,000
8 Davide Suriano 2,725,000
9 Toby Boas 2,075,000

Dominick Sarle trionfa nel Triple

Alle WSOP 2022 di Las Vegas brilla la stella di Dominick Sarle che porta a casa il bracciale nel $2,500 Mixed Triple Draw. Il player americano mette alle spalle un field di 309 giocatori. Una cavalcata unica nell’evento#17 che vale per il neo campione una prima moneta da 164.243 dollari. L’ultimo ad arrendersi allo strapotere di Sarle è stato Jerry Wong.

Il noto runner up si consola con 101.504 bigliettoni, mentre il podio si completa con la presenza di Daniel Strelitz. In quarta piazza si ferma la corsa di John Monnette. Nel final day sono tornati in tutto 17 giocatori, con diversi volti noti che si fermano prima del tavolo finale: da Steve Zolotow (17°) a Galen Hall (15°), passando per Ralph Perry (14°) e fino ad arrivare a Frank Kassela (10°) e Alejandro Torres (8°).

Il payout

1 Dominick Sarle USA $164,243
2 Jerry Wong USA $101,514
3 Daniel Strelitz USA $67,820
4 John Monnette USA $46,294
5 Matthew Schreiber USA $32,033
6 Alex Epstein USA $23,052
7 Philip Eisman USA $16,833

 

Photo Home by Pokernews.com

Author: Ruben Evans