WSOP 2022: Mustapha Kanit va di fretta nello Shootout, Gala esce nel Monster

WSOP 2022: Musta accende le speranze azzurre nel final day del 6-Max

Alle WSOP 2022 brilla ancora la stella di Mustapha Kanit.

La punta di diamante del poker azzurro si qualifica alla seconda giornata del $1,500 Shootout No-Limit Hold’em, quando restano in corsa per il bracciale 100 giocatori.

A proposito di bracciali: Jeremy Ausmus conquista il quarto in carriera e si assicura il trionfo nel $3,000 Limit Hold’em 6-Handed. Primo acuto alle World Series per Christopher Chatman che non fa sconti nello scoppiettante $1,000 Flip & Go.

Infine, si esaurisce al 200° posto il sogno di Domenico Gala nel $1,500 Monster Stack No-Limit Hold’em. In 39 si avviano alla quarta giornata e si parla al femminile in testa al count, con la splendida prestazione di Yoshiya Agata.

Vediamo cosa è successo nella notte alle WSOP 2022.

Musta ci prova

Il $1,500 Shootout No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022, mette assieme 1.000 paganti nel corso del day 1, i quali generano un montepremi da 1.335.000 dollari. “In the Money” ci finiscono in 100, ovvero tutti i promossi alla seconda giornata: qui la spartizione del malloppo vede una ricompensa minima di 5.835$ fino a raggiungere una prima moneta da 240.480 dollari per il campione.

Come detto Mustapha Kanit supera agevolmente il primo step con 250.000 chips e tornerà a giocarsi l’accesso al tavolo finale, sicuro di un premio in tasca. Musta fa fuori l’ultimo rivale al tavolo con Q-2 vs 9-6: il Board 7-K-4-4-2 sorride all’azzurro che stacca il pass e prosegue l’avventura.

Assieme a lui tani volti noti pronti a dare battaglia: da Patrick Leonard a Brian Yoon, passando per Eugene Katchalov, Matt Stout, Ognyan Dimov e Landon Tice, senza dimenticare James Little, Chris Moorman, Maria Konnikova e Timothy McDermott, solo per citarne alcuni. Questa sera la discesa verso l’ultimo tavolo che divide i giocatori dal trionfo finale.

Gala out nel Moster

Domenico Gala è l’ultimo azzurro in corsa nel day 3 del $1,500 Monster Stack No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022. 271 giocatori tornano per conquistare l’accesso alla quarta giornata e per il giocatore del Bel Paese il sogno si spegne al 200° posto. Per Domenico una ricompensa da 6.574 dollari.

Alla fine di una lunghissima terza giornata, sono 39 coloro che avanzano e i galloni di chipleader vanno al petto di Yoshiya Agata. La giocatrice giapponese non fa sconti e con 19.475.000 pezzi scappa in fuga. Sulle tracce della quota rosa si lanciano Frank Lagodich e Anthony Spinella, rispettivamente con 16.4 e 15.8 milioni.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Fra coloro che rivedremo in corsa per il bracciale, spuntano le sagome dei vari Calvin Anderson (9.9 M) , Joao Simao (4.9 M) e Justin Saliba (2.6 M). Curiosamente, sono 3 le donne ancora in corsa: oltre alla leader Agata, spiccano le sagome di Jessica Teusl (12 M) e Kristen Deardorff (9.3 M).

La top 10

1 Yoshiya Agata Japan 19,475,000
2 Frank Lagodich United States 16,450,000
3 Anthony Spinella United States 15,850,000
4 Andrej Senic Austria 15,375,000
5 Francis Anderson United States15,300,000
6 Jeremy Saderne France 14,400,000
7 Ricardo Caridade Portugal 14,000,000
8 Max Steinberg United States 12,875,000
9 Alexios Zervos Greece 12,100,000
10 Ricardo Eyzaguirre United States 12,100,000

Il poker di Jeremy Ausmus

Alle WSOP 2022 gli occhi sono tutti per Jeremy Ausmus. Il player americano ha appena conquistato il quarto bracciale in carriera e porta a casa un altro trionfo speciale. Il successo arriva nel $3,000 6-Handed Limit Hold’em, una specialità che conferma di non essere fuori moda e molto amata dai giocatori.

Jeremy Ausmus incassa una prima moneta da 142.147 dollari, dopo aver domato un field di 213 giocatori. L’ultimo a cadere sotto i colpi del quattro volte campione WSOP è Michael Rocco: quest’ultimo ha dato vita ad un bellissimo tira e molla in heads up, ma alla fine si è arreso con A-7 vs K-5 di Jeremy che chiude scala runner-runner sul board 9-7-6-2-8.

Niente da fare per Shaun Deeb che al tavolo finale non trova la rimonta sperata. Per il player a stelle e strisce il capolinea arriva in ottava piazza: K-7 è inerme davanti a A-8 di Zachary Grech. Quinta posizione per Mike Lancaster, il cui K-6 è dominato da K-10 di Gabe Ramos.

Il payout

1 Jeremy Ausmus United States $142,147
2 Michael Rocco United States $87,854
3 Gabe Ramos United States $59,486
4 Zachary Grech United States $41,191
5 Mike Lancaster United States $29,185
6 Andrew Kelsall United States $21,170

Primo acuto per Christopher Chatman

Grande affluenza anche per l’evento#24, alle WSOP 2022. Il $1,000 Flip & Go ha attirato ben 1.329 paganti e nel montepremi ci sono finiti 1.182.810 bigliettoni. La fetta più grande del malloppo approda nelle tasche di Christopher Chatman, il quale nel final day non fa sconti ai rivali e si prende il primo bracciale in carriera, assieme alla prima moneta da 187.770 dollari. Runner up Rafi Elharar, con Ian Steinman out ai piedi del podio, metre Mike Matusov chiude nono.

Il payout

1 Christopher Chatman United States $187,770
2 Rafi Elharar Israel $116,050
3 Tyler Willse United States $85,420
4 Ian Steinman United States $63,530
5 Pete Chen Taiwan $47,760
6 Austin Apicella United States $36,290
7 Zach Cheatum United States $27,880
8 Georgios Sotiropoulos Greece $21,660
9 Mike Matusow United States $17,010

Author: Ruben Evans