WSOP 2022 : Sammartino vola nel torneo da 250k dei campioni, bene gli azzurri negli altri tornei

WSOP 2022 : Sammartino vola nel torneo da 250k dei campioni, bene gli azzurri negli altri tornei

Buone notizie per i colori azzurri nella notte di Las Vegas. Al Bally’s, dove si stanno disputando le World Series Of Poker 2022, sono tanti gli italiani che si sono messi in evidenza in queste ultime ore: se quello che fa più rumore – per forza di cose – è Dario Sammartino, terzo nel torneo High Roller da 250k di buy-in , buone notizie per gli azzurri anche dal torneo senior, dove Di Donato si attesta nelle prime posizioni; ma non mancano le speranze anche nel torneo da 2.000$, con tanti italiani (tra cui Speranza, Bognanni e Bendinelli) ancora in corsa.

Andiamo però con ordine.

Event #47: $1,000 Seniors Championship

Ci eravamo lasciati ieri con il Day 1A e un probabile record che sarebbe stato  battuto , e così è stato: nell’evento dedicato ai 50enni o più, complessivamente ci troviamo a fine Day 1B con ulteriori 3.982 giocatori, per un totale di 7.188 players.

Con gli 853 sopravvissuti oggi, si andrà ad un Day 2 composto da 1.460 giocatori ancora in corso. Ad iscrizioni chiuse, è stato comunicato un prizepool pari a $6,397,320, che genererà un primo premio da $694,909 , unitamente al prestigioso bracciale.

Se il chipleader è tale Ken O’Malley con 363.500, le soddisfazioni per i colori azzurri non mancano, dato che si trova nei primi posti del count anche Giovanni Di Donato con 293,500. Dentro anche Biagio Morciano (150,500) e Carlo Bordogna (89,500). Numerosi top pro hanno passato indenni la prima giornata, come Humberto Brenes, JJ Liu, Carol Fuchs, Greg Mueller, Jeff Lisandro e Antonin Teisseire.

Si ripartirà tutti insieme domani da bui 1.000-2.000 con bb ante 2.000. Ecco la top 10 del Day 1B:

1
Ken O’Malley
363,500

2
Daniel Hake
325,500

3
Mark Schlig
324,000

4
Alexander Hill
310,000

5
Brian Topp
307,000

6
April Facey
306,000

7
Andrew Finlay
304,000

8
Richard Anthony
301,500

9
Michael Fisher
300,000

10
Peter Muhlbek
298,000

Event #48: $1,500 Eight Game Mix 6-Handed

Nessun italiano tra i 16 left dell’8-Game, tecnicissimo torneo che si misura sulla distanza di ben otto giochi differenti (No-Limit Hold’em; Seven Card Stud; Omaha Hi-Lo 8 or Better, Razz; Pot-Limit Omaha; Limit Hold’em; Seven Card Stud Hi-Lo 8 or Better; 2-7 Lowball Triple Draw). La notizia (o meglio, la “non notizia”) è che fra i superstiti che mirano al braccialetto vi è Adam Friedman, (seppur non particolarmente deep), che si conferma un mostro di continuità dei giochi tecnici che dimostra davvero di poter ambire ad ogni braccialetto.

Chipleader, però, è Jason Stockfish, che domani partirà in pole per l’assalto a braccialetto e primo premio da 180 mila dollari. Dentro anche Eric Buchman, già al tavolo finale del Main Event qualche anno fa.

Ecco la top 10 da cui si ripartirà domani:

1
Jason Stockfish
2,540,000

2
Jake Liebeskind
1,692,000

3
Eric Buchman
1,461,000

4
Ryan Roeder
1,376,000

5
Robert Wells
1,309,000

6
Nick Yunis
1,283,000

7
Robert Campbell
1,229,000

8
Menikos Panagiotou
1,116,000

9
Hye Park
1,063,000

10
Adam Demersseman
1,053,000

Event #49: $2,000 No-Limit Hold’em

Toh, chi si rivede. E’ il noto Faraz Jaka a comandare la truppa dei 310 players left in un torneo che inizialmente ne vedeva 1.977 iscritti. Il californiano, nonostante 7 milioni di vincite in carriera, è ancora a secco in termini di braccialetti e domani si presenterà con la chiara intenzione di provare a vincere titolo e primo premio da 527 mila dollari, fetta più grande dei 3,5 milioni di montepremi totale.

Occhio però alla truppa italiana: tra i rimasti in gioco registriamo ben cinque azzurri: Sergio Benso ( 249,000), Gianluca Speranza (233,000),  Marco Bognanni (185,000), Giuliano Bendinelli (74,000) e Vincenzo Schiavottiello (49,000).

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Per i nostri, però, la risalita non sarà facile, dal momento che fior di pro sono ancora dentro, basti pensare a Romain Lewis (520,000), Natalie Hof (431,000), Joao Vieira (295,000), Maria Ho (166,000). E ancora: dentro anche Kristen Foxen (306,000), Chris Moorman (160,000), Bertrand Grospellier (95,000) e Matas Cimbolas (85,000).

Saranno 297 i giocatori a premio, quindi possiamo dire che la bolla sia veramente vicina, e sarà interessante vedere le strategie che i nostri applicheranno alla ripartenza, a bui 3.000-5.000 con bb ante 5.000.

Questa la top 10 del torneo:

1
Faraz Jaka
735,000

2
Dan Colpoys
730,000

3
John Perry
729,000

4
Tommy Kivela
669,000

5
Daniel Filipe Sousa
540,000

6
Daniel Custodio
540,000

7
Romain Lewis
520,000

8
Jack Corrigan
501,000

9
DID NOT REPORT 2
478,000

10
Damien Le Goff
465,000

Event #50: $250,000 Super High Roller No-Limit Hold’em

C’era attesa per questo torneo, che (Main Event a parte) sarà senza dubbio il più ricco di tutte le World Series of Poker, dato il buy-in pressochè inaccessibile per dei giocatori che non siano top pro o businessman di varia natura.

Non sorprende, quindi, che i giocatori ai nastri di partenza siano stati “solo” 52, con 30 in grado di proseguire l’avventura a fine giornata. Iscrizioni che sono ancora aperte, quindi non sappiamo ancora prizepool e payout (certamente, però, si parla di cifre a nove zeri).

Chipleader assoluto è Adrian Mateos, il fortissimo spagnolo che è stato capace di imbustare ben 9.745.000, corrispondenti al momento a 325 big blinds. Mateos, già vincitore del medesimo torneo nel 2021, è stato coinvolto in un cooler a proprio favore a poco dal termine, facendo un full house più grande rispetto a quello di Ali Imsirovic.

Ma se al secondo posto siede nientemeno che Phil Ivey (6.830.000), attenzione al nostro Dario Sammartino, attualmente terzo in graduatoria con ben 4.835.000, corrispondenti a 161 big blinds. Stanotte, quindi, occhi puntati sul nostro campione, che però dovrà destreggiarsi in un field molto complicato: basti pensare che sono dentro anche i vari Dan Zack, Koray Aldemir, Justin Bonomo, Christoph Vogelsang, Jason Koon, Daniel Negreanu e molti molti altri. Insomma , il meglio che il poker WSOP possa dare.

Questa la top 10 del Day 1:

1
Adrian Mateos
9,745,000

2
Phil Ivey
6,830,000

3
Dario Sammartino
4,835,000

4
Nick Petrangelo
4,500,000

5
Dan Zack
4,445,000

6
Alex Foxen
4,250,000

7
Martin Kabrhel
3,935,000

8
Koray Aldemir
3,805,000

9
Chris Hunichen
3,750,000

10
Aleksejs Ponakovs
3,370,000

Photo Courtesy of Pokernews

Author: Ruben Evans