EPT Montecarlo: azzurri game over nel Main, Speranza hot nel 25K High Roller

EPT Montecarlo: 35 azzurri avanzano nel FPS, Di Giacomo, Bendinelli e Speranza hot

Un giovedì molto amaro per i colori azzurri, almeno nel €5.300 main event.

Finisce l’avventura azzurra nell’evento clou dell’EPT Montecarlo 2022, by  Pokerstars, con nessuno dei 9 italiani in gara nel day 3 che si assicura il passaggio alla quarta giornata.

La immaginavamo diversa la discesa verso i 16 left e invece, i tavoli hanno emesso i loro verdetti: per i players del Bel Paese l’avventura si esaurisce non lontano dai premi che contano.

Per un main event che regala solo eliminazioni, ecco un €25.000 High Roller che promuove al day 2 il solito Gianluca Speranza, mentre mastica amaro Mustapha Kanit vittima di un pesante cooler.

Vediamo quello che è successo all’EPT Montecarlo 2022.

EPT Montecarlo: Caporetto azzurra nel day 3

L’EPT Montecarlo 2022 ha gli occhi puntati sul €5.300 main event, il secondo più grande di sempre in terra monegasca con i suoi 1.073 paganti. 85 coloro che si affacciano alla terza giornata, con Niall Farrell leader indiscusso e tallonato da Ole Schemion. 9 gli italiani pronti a lasciare il segno, ma fin dalle prime battute si capisce che non sarà la giornata perfetta per i nostri giocatori.

Il primo a mollare la presa è Enrico Mosca: il piemontese riparte con pochissime chips davanti a sé e lo perdiamo in 83° piazza per 11.550 euro. Stesso premio per Andrea Rasuolo che si accomoda alle casse due posizioni dopo, con Tommaso Briotti eliminato come 73° classificato. Anche il romano porta a casa la stessa cifra degli altri due connazionali.

Christian Rotundo alza bandiera bianca al 61° posto per oltre 13 mila euro. Tra la 49° e la 43° piazza paghiamo un dazio altissimo, con altre tre pesanti eliminazioni. Claudio di Giacomo incassa il 49° premio per 16.440 euro, con Stefano Ferrara castigato due posizioni dopo: infine 43° classificato troviamo Simone Andrian che porta a casa le stesse ricompense di Claudio e Stefano.

Da 9 azzurri in gara, soltanto due restano in corsa, ma come vedremo non ci sarà alcuna qualificazione al day 4 per Fausto Tantillo e Nicola Grieco. Per entrambi  una seconda parte di giornata ricca di sportellate: molte prese e alcune date, con Tantillo che inizia ad accorciarsi quando Jaime Cervantes con A-J vince il tiro di moneta su 10-10 dell’azzurro. Poco dopo Fausto finisce in allin con A-A e splitta il pot vs A-A dello stesso americano.

E’ una sorta di canto del cigno per colui che meno di un mese fa ha vinto il suo primo ring in carriera alle WSOPC del King’s. Il capolinea arriva al 21° posto, quando Tantillo muove allin con 8-8 e trova il call di Morten Hvam con K-K: per lui 31.280 euro a rendere meno amara l’uscita di scena.

Intanto Nicola Grieco è una montagna russa nel vero senso della parola. Con A-6 perde vs 9-9 di Justin Saliba e poi dimezza lo stack in una mano contro Francky Magliocco. Trova il colpo di reni con Q-8 vs K-7 di Jacques Der Megreditchian e fa ancora double up con 5-5 vs 9-9 dello stesso avversario francese: il board 6-3-A-4-2 vale la scala.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Nemmeno il tempo di gioire e Nicola perde un altro pesante pot contro Niall Farrell: il britannico sembra partire sotto ad un treno con A-8 e invece supera A-10 del pugliese. E’ il colpo di grazia, visto che poco dopo Nicola molla gli ormeggi in 17° piazza. La sua coppia di 6 non supera 9-9 di Justin Saliba e l’azzurro si avvia alle casse per 41.680 euro.

Con l’eliminazione del giocatore italiano cala il sipario sul day 3 e sono 16 coloro che avanzano alla quarta giornata. Comanda Morten Hvam, già leader del day 1B. Il danese mette assieme 3.8 milioni e precede un altro volto noto come Ramon Colillas. L’iberico ha dalla sua 3.4 milioni, mentre il podio virtuale è chiuso da Hugo Pingray. Il francese ha vinto in carriera un bracciale alle WSOP e con 3.3 milioni si tiene in scia.

Sul fondo del count troviamo invece Niall Farrell e Justin Saliba; il britannico riparte da quota 1.055.000 unità, mentre l’americano è ultimo con 660.000 gettoni. Carte in aria con il day 4 a partire dalle ore 12.00.

La top 1o

1 Morten Hvam 3,895,000
2 Ramon Colillas 3,480,000
3 Hugo Pingray 3,360,000
4 Nariman Yaghmai 2,600,000
5 Francky Magliocco 2,550,000
6 Ferenc Deak 2,190,000
7 Erkan Soenmez 2,075,000
8 Marcelo Simoes 1,845,000
9 Jussi Nevanlinna 1,710,000
10 Yannick Cardot 1,525,000

EPT Montecarlo: Speranza c’è nel torneo high roller

All’EPT Montecarlo è decollato anche il €25.000 High Roller e in 16o hanno risposto presente nella prima giornata, con 69 promossi al day 2. Con la late registration  ancora aperta i dati sono ancora migliorabili. Un solo azzurro al momento ha messo in tasca il pass per la seconda giornata.

Si tratta del mai domo Gianluca Speranza che con grande disinvoltura prosegue la sua avventura nel torneo e l’abruzzese vanta 125.000 pezzi che valgono il 30° posto nel count. Insomma nella mischia, ma pronto a sferrare il colpo decisivo. Per un italiano che completa il giro di boa, abbiamo un altro italiano che mastica amaro.

Mustapha Kanit esce a metà giornata, quando la sua coppia d’assi è deplosa da J-J di Orpen Kisacikoglu. Un jack al turn fa pendere il pot da 140.000 gettoni dalla parte del turco, con Musta costretto alla resa. In testa al count troviamo Sirzat Hissou: il tedesco imbusta 359.000 unità.

Nella top 10 spuntano poi le sagome di Steve O’Dwyer e Stephen Chidwick: l’americano di passaporto irlandese accumula 251.500 fiches e l’inglese si dimostra in grande forma con 246.800 chips. Ottime prestazioni poi per Matthias Eibinger (216.500), Davidi Kitai (188.000), Joao Vieira (164.600), Juan Pardo (148.000) e Ole Schemion (140.700).

La top 10 del day 1

1 Sirzat Hissou 359,000
2 Troy Quenneville 294,800
3 Orpen Kisacikoglu 263,200
4 Kent Staahle 255,900
5 Steve O’Dwyer 251,500
6 Stephen Chidwick 246,800
7 Ramiro Petrone 245,800
8 Matthias Eibinger 216,500
9 Pascal Lefrancois 197,100
10 Rodrigo Seiji 188,700

Author: Ruben Evans