EPT Praga – Terzetto italiano a 16 left, Cortellazzi terzo nel count!

EPT Praga – Terzetto italiano a 16 left, Cortellazzi terzo nel count!

Tre italiani per la picca. A partire da mezzogiorno Andrea Cortellazzi, Demetrio Caminita e Andrea Romeo  saranno impegnati al day 5 del Main Event EPT Praga in cerca di un seat per il tavolo finale di domani.

Lo step seguente sono la picca con l’eccezionale prima moneta di 1.033.000$.

Vediamo subito come sono andate le cose ai tavoli, e dalle 12.30 tutti incollati sulla diretta streaming a carte scoperte da Praga!

 

Gli all-in di Cortellazzi

Nelle prime battute di giornata trova il raddoppio Andrea Cortellazzi: il valtellinese tribet-shova 50bb AK sulla apertura di Jack Sinclair che snappa con coppia di re, ma il board 8A9T8 ribalta gli equilibri del preflop e permette al valtellinese di superare i due milioni di chips, più di cento bb di stack a T20.000.

Nello stesso livello l’azzurro scende a 1,5 milioni di stack su board liscio dopo aver overshovato da bottone con A8 e trovato il call per 30bb di Paul Tedeschi da small blind con AJ.

Nel frattempo Caminita è salito a 2,6 milioni e Luigi Shehadeh a 900 mila chips, ma il grinder milanese in dinamica bottone / big blind si trova ai resti preflop con KQ contro AJ di Dimitar Danchev e su board liscio scende a 10bb.

Il catanese Romeo invece elimina uno short e sale a 1,2 milioni prima che Danchev, al rientro dalla seconda pausa di giornata, completi l’opera con il nostro Shehadeh, che sempre con K-Q finisce ai resti contro il bulgaro per una manciata di bb e soccombe all’A-9 avversario.

 

Tre tavoli left

Con le eliminazioni che si susseguono il torneo arriva agli ultimi tre tavoli e Andrea Romeo viene dirottato al televisivo, dove trova un raddoppio in men che non si dica.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Romeo apre QT per 60.000 da utg e trova il call di Valentino Konakchiev da big blind con 93. Su flop 99J Romeo prosegue 30.000, Konakchiev rilancia 120.000, call.

Turn A il bulgaro punta 130.000, chiama Romeo. River K e dopo aver usato un time bank Konakchiev va all-in con Romeo che snappa per le sue ultime 585 mila chips e sale a 1,8 milioni.

Nel mentre Caminita vince un big pot prima contro il coreano Gab Yong Kim, grazie a un full trovato runner runner, e supera i tre milioni di chips; poi elimina il turco Osman Aksu chiamando preflop da small blind con T2 e trovando un colore al turn.

All’ultimo break di giornata il siciliano è secondo nel count con 4,7 milioni di stack, a meno di un milione di distanza dall’olandese Teun Mulder.

 

Chi scende e chi sale

Al rientro dal break Cortellazzi trova prima un bel call con asso carta alta sul francese Tedeschi, poi rilancia a 50.000 da big blind sul complete da small blind del polacco Glowny, che chiama.

Su flop 994 il polacco check-chiama la bet 150.000 di Cortellazzi, la action procede con doppio check sul 2 turn e sul Q river e Andrea con KJ ha la meglio sul K7 avversario.

Nella ultima parte della giornata gli altri due azzurri conosco una flessione. Oggi Caminita ripartirà con poco più di due milioni di stack, 43bb, mentre Romeo avrà 20bb. Al comando c’è l’olandese Teun Mulder con un monster stack.

 

Chipcount

POS.
GIOCATORE
PAESE
CHIPS
BIG BLINDS

1
Teun Mulder
Olanda
8,195,000
164

2
Symeon Alexandridis
Grecia
4,065,000
81

3
Andrea Cortellazzi
Italia
2,775,000
56

4
Valentino Konakchiev
Bulgaria
2,450,000
49

5
Justin Steinbrenner
Germania
2,350,000
47

6
George Chiriac
Romania
2,270,000
45

7
Grzegorz Glowny
Polonia
2,260,000
45

8
Manuel Labous
Francia
2,175,000
44

9
Demetrio Caminita
Italia
2,125,000
43

10
Dimitar Danchev
Bulgaria
1,730,000
35

Author: Ruben Evans