Un croupier del Caesars Palace di Las Vegas va in pensione dopo 55 anni di blackjack!

Un croupier del Caesars Palace di Las Vegas va in pensione dopo 55 anni di blackjack!

Nel 1966, il giovane Benny Figgins di Las Vegas trovò  lavoro nel nuovissimo hotel Caesars Palace, imponente costruzione sulla Strip.

Fatta eccezione per un periodo di quattro mesi in cui lavorò presso il Nevada Test Site, Figgins da quel momento in avanti quello stesso uomo rimase un dipendente del Caesars Palace, principalmente come dealer di blackjack, per i successivi 56 anni.

Mercoledì è stato il suo ultimo giorno, e il direttivo del Caesars gli ha reso il giusto tributo per una vita passata a girare carte agli ospiti del Casino.

Una vita al tavolo verde

Figgins, 78 anni, è andato in pensione da pochissime ore, ma il suo saluto all’iconico resort di Las Vegas che per più di mezzo secolo è stata casa sua è stato in grande stile, con tanto di un regalo del presidente della Caesars Entertainment e COO Sean McBurney , che dopo il suo ultimo timbro al lavoro gli ha fatto trovare la sua limousine nel parcheggio.

Figgins, comprensibilmente, è stato successivamente raggiunto da radio ed emittenti web che volevano una dichiarazione. Semplicemente, l’inossidabile croupier ha raccontato di essersi goduto ogni giorno del suo lavoro, dal momento che gli ha dato la possibilità di restare continuamente a contatto con il pubblico e di “incontrare persone da tutto il mondo, di ogni estrazione e ceto sociale”.

Quando ha iniziato, Figgins fu assunto come portiere del Casino. Alcuni anni dopo, la proprietà aprì un programma fatto di corsi per dealers e l’uomo ne ha approfittato.

Fu da allora (era il 1972) e fino a questa settimana che Figgins trovò lavoro ai tavoli di blackjack.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Gli incontri sul lavoro

Durante la sua carriera, Figgins ha raccontato di aver distribuito carte a numerose star, come Frank Sinatra, Diana Ross, Joe Louis, Sammy Davis Jr. e Harry Belafonte.

Ma non solo personaggi famosi in cerca del 21 vincente: ai tavoli ha anche incontrato quella che è sua moglie da 48 anni, Shirley, anche lei impiegata al Casino dal 1975 e che lo è stata per 40 anni.

“Quando ho iniziato a lavorare al Caesars Palace, i neri non potevano nemmeno affacciarsi sulla Strip, ma fortunatamente negli anni tutto è cambiato”.

Figgins, originario della Louisiana, si è trasferito a Vegas con i genitori da piccolo, e da allora non si è praticamente mai mosso da Sin City, per via di una straordinaria dedizione lavorativa.

Oggi, raggiunta la meritata pensione, Figgins ha in programma dei viaggi e delle cose personali.

Tuttavia, il tavolo verde gli mancherà, come da lui stesso ammesso: “ Il Caesars mi mancherà, sì. Mi è piaciuto lavorare con i miei colleghi dipendenti e con il management del Casino”.

Magari, però, ora avrà tempo di tornare ai tavoli… come giocatore.

Author: Ruben Evans